youtube

Battistoni a Staggia a inaugurazione impianto pluvirriguo

Battistoni a Staggia a inaugurazione impianto pluvirriguo https://ift.tt/2So495S

Questa mattina il sottosegretario alle politiche agricole, alimentari e forestali Francesco Battistoni, ha partecipato alla cerimonia inaugurale di avvio dei lavori dell’impianto pluvirriguo Staggia, in Emilia-Romagna, organizzata dall’Associazione Nazionale Consorzi Gestione e Tutela del Territorio e Acque Irrigue e dal Consorzio della Bonifica Burana.

Un progetto finanziato con i fondi del Mipaaf che, ha ricordato il sottosegretario durante il suo intervento, “porterà ad una elevata performance nella gestione della risorsa idrica grazie alla realizzazione, tra le altre cose, di una stazione di pompaggio che sarà capace di prelevare fino a 700 litri al secondo, la realizzazione di 35 mila metri di tubature sotterranee e l’installazione di 124 idranti. Il Ministero è molto sensibile e presente su queste progettualità. Consideriamo che, tra i Piani di Sviluppo Rurale gestiti direttamente dal ministero ed il Piano Operativo Agricoltura, sono stati finanziati circa 500 milioni di opere che, una volta ultimate ed a regime, garantiranno un risparmio idrico potenziale pari a circa 300 milioni di metri cubi”

Il sottosegretario Battistoni poi ha proseguito: “Siamo molto preoccupati per i cambiamenti climatici, anche per questo, dopo circa 20 anni, è stata attribuita direttamente ad un sottosegretario la delega alla gestione della risorsa idrica. C’è volontà di porre una forte attenzione sul tema e questo lo si denota anche negli investimenti che abbiamo previsto, come governo, nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, dove per l’acqua abbiamo messo a monte 600 milioni”

“L’agricoltore deve tornare al centro delle nostre politiche, partendo dal presupposto fondamentale che non è lo sfruttatore del territorio, semmai è colui che lo tutela, che lo valorizza, che lo sviluppa in maniera sostenibile – ha ricordato Battistoni –. Chi pensa il contrario commette un grande errore. Piuttosto dobbiamo preoccuparci, a tutti i livelli di governo, di garantire la produttività agli imprenditori del settore, che si cimentano in questo mestiere per portare a casa il frutto del loro lavoro, e non per ottenere i ristori dei danni subìti dal maltempo.”

Il senatore Battistoni ha poi lanciato due appelli, il primo sul Pnrr: “i soldi ci sono, stavolta abbiamo economie da poter spendere. La vera sfida sarà avere progetti pronti e cantierabili, è lì che ci giochiamo gran parte della partita”, e la seconda sui Piani di Sviluppo Rurale regionali: “sappiamo che ci sono alcuni territori che non hanno una buona capacità di spesa. Occorre esportare i modelli di Regioni virtuose e cercare di calarli nelle altre realtà, perché non possiamo permetterci il lusso di rimandare soldi indietro all’Europa”.

“Dobbiamo sempre dire grazie agli agricoltori che in questo anno di pandemia hanno sempre garantito approvvigionamenti alle famiglie – ha concluso Battistoni –, garantendo una sicurezza alimentale che in altre parti del mondo non c’è stata”.

L'articolo Battistoni a Staggia a inaugurazione impianto pluvirriguo proviene da Agricolae.

Battistoni a Staggia a inaugurazione impianto pluvirriguo
fiera uccelli

Commenti

Non ci sono commenti
Posta un commento
    google-playkhamsatmostaqltradent