youtube

Interrogazione, Deidda FdI Camera, su sostegno a cooperativa pesca S. Andrea

Interrogazione, Deidda FdI Camera, su sostegno a cooperativa pesca S. Andrea https://www.agricolae.eu/interrogazione-deidda-fdi-camera-su-sostegno-a-cooperativa-pesca-s-andrea/

Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-06249

presentato da

DEIDDA Salvatore

testo di

Venerdì 18 giugno 2021, seduta n. 526

DEIDDA. — Al Ministro della difesa. — Per sapere – premesso che:

l'attività della pesca per la cooperativa dei pescatori denominata S. Andrea nel compendio di S'Ena Arrubia, nella provincia di Oristano, costituisce una risorsa economica, oltre a rappresentare un fattore di identità e di appartenenza sin dagli inizi del ‘900, come per il resto delle marinerie Oristanesi;

le principali limitazioni alle attività di pesca nel compartimento marittimo di Oristano sono:

area interdizione Area marina protetta;

area di interdizione Poligono Militare Capo Frasca;

zone di divieti quali concessioni demaniali e aree portuali;

nel protocollo d'intesa del 2016 tra Ministero della difesa e regione Sardegna è previsto che gli indennizzi vengano riconosciuti come: indennizzo di base e specificità; quest'ultima basata sul punto di ormeggio delle unità da pesca;

le giornate di pesca sono riconosciute come criterio di individuazione dei beneficiari, che è definito con riferimento al luogo di ormeggio dell'unità di pesca;

le aree sono le marinerie iscritte al Compartimento marittimo di Oristano, ad eccezione di quelle iscritte al Circondario marittimo di Bosa e di quelle operanti nelle acque interne;

all'articolo 3 del protocollo sono previsti i destinatari delle misure di indennizzo. La specificità è determinata dall'interdizione delle acque antistanti al punto di ormeggio;

all'articolo 5 del protocollo è prevista la specificità ovvero è previsto che: «aree marittime dei territori comunali di Arbus e Terralba e nel porticciolo di CorruS'ittiri, che operano nelle aree confinanti con il poligono di Capo Frasca», sono gravate da particolari interdizioni all'ancoraggio, alla pesca e al transito nelle aree marine prospicienti il poligono di Capo Frasca;

nel caso di S'ena Arrubia, non è stata riconosciuta, in quanto lo specchio acqueo è interdetto al 70 per cento, ma, durante la fase di valutazione degli indennizzi, non sono state previste valutazioni in tal senso. Il caso di S'ena Arrubia non è stato rappresentato, erroneamente, durante le valutazioni da parte del comitato che ha firmato l'accordo nel 2016;

l'articolo 330, commi 2 e 3, del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, «Codice dell'ordinamento militare», dispone che lo Stato corrisponda un contributo annuale alle regioni nelle quali le esigenze militari – compresi i particolari tipi di insediamento – incidono maggiormente sull'uso del territorio e sui programmi di sviluppo economico e sociale: risorse che gli enti locali devono obbligatoriamente destinare alla realizzazione di opere pubbliche e servizi sociali;

ogni quinquennio, con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, sentito il Ministro della difesa, devono essere individuate le regioni maggiormente interessate dai vincoli e dalle attività militari, nonché le modalità e i criteri di ripartizione del citato contributo fra le predette regioni, in particolare, avuto riguardo all'incidenza dei vincoli nei rispettivi ambiti territoriali;

il 31 marzo 2021 la IV Commissione della Camera dei deputati ha approvato la risoluzione n. 8-00186 che prevede testualmente i seguenti impegni:

«a valutare la possibilità di adottare iniziative finalizzate ad incrementare gli stanziamenti da destinare alle regioni maggiormente oberate dalle servitù militari;

ad adottare iniziative per prevedere: un sistema di corresponsione delle indennità con cadenza annuale; ulteriori, differenti e aggiuntive misure, anche di carattere non economico, ma nel segno della proficua collaborazione tra le istituzioni militari e quelle civili, se del caso, con la previsione di specifiche attività di supporto alle amministrazioni interessate nella realizzazione di opere pubbliche e/o altri interventi, pure connessi all'utilizzo dei medesimi fondi» –:

se sia a conoscenza di quanto sopra esposto e quali iniziative intendano adottare, per quanto di competenza, anche al fine di valutare le legittime aspettative della cooperativa S. Andrea, nell'ambito dell'accordo tra regione Sardegna e Ministero della difesa, compensando anche con misure non economiche il compendio di S'Ena Arrubia.

(5-06249)

L'articolo Interrogazione, Deidda FdI Camera, su sostegno a cooperativa pesca S. Andrea proviene da Agricolae.

google-playkhamsatmostaqltradent